fbpx

Sproloquio mattutino.

A volte è proprio difficile scrivere, cercando di evitare banalità immani.

È due sere che arrivo a casa e vince la stanchezza. Nelle ultime due settimane ho chiesto molto a me stessa, fisicamente e mentalmente. Quando è difficile non farsi sviare dalle difficoltà.

In questi giorni ho sistemato diverse bici: alcuni lavori facili, per altri ho dovuto chiamare la cavalleria.

Ieri mi sono picchiata con un canotto reggisella che non voleva uscire e, anche se il mio orgoglio non voleva, ho chiamato mio padre a darmi una mano.
Poi non so come mai ho deciso di incasinarmi su uno spurgo che era facilissimo.

Che non si fanno le cose quando si è stanchi l’ho già detto? In più questo caldo che ti frigge il neurone non aiuta. Non ho mai amato il caldo, preferisco il freddo: d’inverno i miei luoghi sono vuoti e me li posso godere in pace, l’aria fredda sul naso mi sveglia e mi fa sentire viva.
Il caldo mi ammazza e basta, in più invecchio, è un dato di fatto che più passa il tempo meno tollero queste temperature (che ahimé peggiorano di anno in anno).

Stamattina ho fatto colazione con un mio vecchio amico che non vedevo da secoli.
Purtroppo il tempo era proprio poco, giusto una colazione veloce. Chissà quando ci rivedremo.

Alla domanda come stai, ho risposto d’istinto Felice.
Mi sono stupita di me stessa, ancora una volta.

Oggi mi aspetta un mountain bike da finire e poi sarà arrivato il momento che finisca la Colnago, ormai parte dell’arredamento?

Spero che chi deve venga a ritirare.
E qui chiudo perché mi sembra proprio di scrivere banalità, ma mi andava di farVi sapere che tutto procede, anche se a rilento.

Se ti è piaciuto condividilo...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest
Email this to someone
email
Print this page
Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questo form memorizza il tuo nome, la tua email e il contenuto da te scritto, tenendo così traccia dei commenti inseriti in questo blog. Per maggiori informazioni leggi la privacy policy del sito: troverai tutte le informazioni su dove, come e perché vengono memorizzati questi dati

Accetto di rilasciare i miei dati per poter commentare questo post.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto