Il Primo Podcast Ciclofilosofico.

Sono completamente fuori di testa, lo so per certo e da tempo.
Ho del lavoro arretrato in ciclofficina, delle spese e responsabilità e perdo tempo dietro un progetto che direttamente mi sta facendo monetizzare zero euro, tondi tondi: il podcast.

Ho aperto il primo podcast l’anno scorso, non avevo chiaro cosa stessi facendo e infatti l’ho chiuso e riaperto due volte. Mi piaceva l’idea di comunicare solo con la voce (con cui ho fatto pace a forza di riascoltarmi), ancora non c’era Clubhouse e volevo raccontare cose. Così grazie all’intervista con Denise Civitella, alias Civi, ideatrice del podcast Stelle in Campo, mi sono decisa e ho creato il mio podcast, il primo podcast ciclofilosofico.

Il mio podcast è solo voce, niente musiche, sigle o simili. Non ho puntato sull’attrezzatura, praticamente inesistente, né sulla qualità dell’audio, ma tutto sul contenuto. Volevo creare qualcosa di bello e utile per chi mi avrebbe ascoltato.

Come per ogni mio progetto, parto ad istinto, mi viene l’ansia da prestazione e mi metto a studiare di tutto e poi torno al mio istinto. Chi mi segue da tempo, lo sa: non amo essere mainstream, non amo usare strategie più o meno discutibili, a me piace condividere le ispirazioni che quotidianamente la Vita mi regala, con l’augurio che possano essere di incoraggiamento a chi le ascolterà. Come al solito, ho studiato per poi fare di testa mia.

Fare podcast è un’esperienza stupenda.

Per sua natura ha dinamiche molto diverse dai social e la resa è decisamente a lungo termine (a parte qualche rara eccezione, per lo più personaggi già molto noti).
Ci credo talmente tanto che ho deciso di supportare il progetto su Patreon e creare profili social dedicati: instagram e twitter.

Non mi sarei mai immaginata di arrivare a questo punto, provo la stessa sensazione di quando ho aperto il blog de La Ciclista Ignorante, so dove voglio arrivare, non ho idea di come farlo, sono certa che sarà una gran bella esperienza.

Se avete piacere seguitemi sui social. E se con il podcast sono riuscita a regalarVi l’emozione che cercavate, sostenetemi su Patreon. Per capire cos’è e come funziona, potete andare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *