Le mie scuse.

Credo sia giusto e corretto scusarmi con chi mi segue e mi legge, per la latitanza dell’ultimo periodo e il non aver rispettato gli impegni presi, soprattutto quelli di pubblicazione.

Non c’è menefreghismo nel mio comportamento, ma solo stanchezza, fisica e mentale.
Siamo al giro di boa: ho fatto 6 lunedì su 12 di corso, e come avevo scritto qualche post fa, avevo sottovalutato l’aspetto energetico di tutto questo.
Così il blog e la vita social ne stanno risentendo un po’.

Sto continuando a elaborare idee e produrre materiali, con l’obiettivo di riprendere quanto prima ma pubblicazione degna di questo nome.
Grazie perché senza di Voi questo blog non esisterebbe.

(E se intanto volete farmi sapere di cosa vorreste leggere, ne sarei felice.)

Come la pensi...