Sta a noi cogliere i segnali della Vita. Oppure possiamo continuare (inultimente) a lamentarci.