Si è bravə non perché non si sbaglia mai, ma perché dai propri errori si impara.